︎
︎

︎PLASTUDIO|ATELIER ︎










Year: 2019


Project @rights pamelalaroccastudio|atelier

Unbuilt

Client: Future Architecture Platform, Calla for proposal

Type: ExoUrban Design, Social, Research, Climate Resilient strategies,Architecture, Visioning, Educational, Public spaces, Tactical Landscaping, 


Location: Abandoned Seadrill

Site: Diffused

Total Intervention Cost , 650.000 Pounds





︎ link  to FutureArchitecturePlatform
website





.











Conceptive landscape on abandoned seadrills



The conceptional city does imagine of a system where offshore oil drills are ecofriendly reused, cladded by tensegrity skeletons in a giant scale, with no opaque mass, which will allow the growth of vertical greens choosen in those which are under exstinction risk.
Currently there are more then hundreads of abandoned drills in places of primary importance. The ones reused will be joined by complementary floating communities will be equipped by aeroponics, greenhouses and peculiar germination rooms to readapt and distribute seeds with high nutritional power. The reused drillships will be producing electricity and clean air, thanking veil nets wrapped around the tensegre skeleton.
We want the conceptive city 'to bring the bees back' in our ecosystem, to empower the biodiversity, and by that, to bring the the most various biodiveristies to the future.


La città concezionale - concettuale immagina un sistema in cui le trivelle petrolifere offshore vengono riutilizzate in modo ecologico.

Le costruzioni vengono rivestite da scheletri su scala gigante, strutture resistenti in tensegrità, senza massa opaca, che consentiranno la crescita di vegetazioni edibili verticali scelte principalmente tra  i superfood naturali e tra quelle che sono in via di estinzione. Attualmente ci sono più di centinaia di piattaforme abbandonate in luoghi di primaria importanza.

A queste riutilizzate, verranno affiancate comunità galleggianti complementari che saranno equipaggiate da serre, colture eareoponiche e particolari sale di germinazione per riadattare e distribuire semi con elevato potere nutrizionale. Le perforatrici riutilizzate produrranno elettricità e aria pulita, ringraziando le reti da velo avvolte attorno allo scheletro più teso. La città concettuale è dunque pensata come una metà città diffusa, che funge da incubatrice per il  nostro ecosistema, che responsabilizzi alla biodiversità e aiuti nell’ intento di mantenere specie diverse ed altamente vantaggiose per la salute dell’uomo e dell’ambiente.  










Download testo in italiano _pdf ︎

 
  
    
copyright@2018 pla studio|atelier




 



 
Mark